lunedì 15 ottobre 2007

Sul restauro virtuale ...

Questo intervento è pubblicato nel Forum Conservazione e Restauro nel tema " RESTAURO VIRTUALE: workinprogress ". In fase successiva ho deciso di lasciare sul forum poco più di un link per evitare un inutile alluvione di parole nel luogo sbagliato.
l
Penso sia utile leggere su quel forum tutto lo svolgimento dei fatti ... e farsi un idea precisa.

Non mi interessano polemiche personali ne attraverso queste ritengo di poter rivendicare la mia esistenza... I testi (e le date) sono reperibili in buone biblioteche.

Utile a proposito credo sia il Contributo di Carlo Federici "Qualche chiosa al restauro cosiddetto "virtuale" pubblicato sul numero 43 di Kermes (luglio-settembre 2001). E' detto nel corpo dell'articolo che "poichè di questo tema mi ero occupato già un paio d'anni fa, utilizzerò gran parte delle argomentazioni che ho impiegato in una breve nota pubblicata nella "Gazette du livre mèdièval" n.34/1999 pp.49-52, dal titolo "Restauro tradizionale e restauro virtuale come "divergenze parallele"".
Diciamo anche che di restauro virtuale tratta anche Cesare Chirici in "Il restauro virtuale: più vero del vero (Parol on line - maggio 1999 - rivista on line dell'Università degli studi di Bologna).
In entrambi i casi, mi pare si discute piuttosto chiaramente del valore stesso del termine restauro virtuale attribuendo a questa tecnica d'intervento valore di modello, tecnica diagnostica, comunque non quella di restauro. E' proprio Federici a definire (siamo nel 1999) il restauro virtuale come un ossimoro.
La discussione su questi termini, in altre parole è stata intensa e tracce se ne trovano già nel 1996 quando Mediamente (la trasmissione di Carlo Massarini) intervistava la restauratrice Debora Papetti sul tema "Restauro e tecnologie digitali".
Il rapporto tra l'informatica applicata e le tecniche di restauro e la conservazione del bene culturale in genere è tema amplio e meritevole di approfondimenti.
Su queste cose, credo valga la pena di discutere.

ps. su alcune cose meglio non esprimermi.
ps2. a proposito di soldi ... questa fa proprio ridere! Ed è difficile immaginare quanto!
Anzi se qualcuno mi assoldasse nel proprio ufficio stampa sono sin d'ora disponibile.
ps3. di questo forum non sono moderatore ne socio. Mi pare, in ogni caso un errore piuttosto grossolano questo ping-pong che nulla risolve.

Per altro occorre sottolineare come l'articolo di Carlo Federici nasca come considerazioni critiche a seguito della partecipazione dello stesso a Convegno Oltre il visibile: “restauro fisico” per conservare e “restauro virtuale” per valorizzare: una metodologia in evoluzione, tenutosi a Roma presso il Teatro dei Dioscuri il 19 aprile 1999 nell'ambito della Prima settimana della Cultura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Ufficio Centrale per i Beni Librari, le Istituzioni Culturali e l’Editoria.

Un articolo di
Daniela MOSCHIN: Restauro 'fisico' per conservare e restauro 'virtuale' per valorizzare si trova sul numero 3 del 1999 (maggio/giugno) della rivista "I Beni culturali" edito dalla BetaGamma editrice ...

1 commento:

nadia scardeoni ha detto...

"IMPRONTA SONICA E RESTAURO VIRTUALE" - VERONA - BIBLIOTECA CIVICA,
31 ottobre 2007 - ore 17.00
Via Cappello, 43 - Ingresso vicolo San Sebastiano, 3

>>>>>
"BLENDING SCIENCE & ART for a BETTER LIFE"
FIRENZE 22 NOVEMBRE 2007
http://www.edscuola.com/archivio/interlinea/blending_science.pdf

---------------------------
PROF. PIETRO L. COSENTINO Università degli Studi di Palermo - Dipartimento CFTA

NDT investigations for Cultural Heritage Sciences

PROF.SSA NADIA SCARDEONI
Collaboratore scientifico - CFTA UNIPA - Facoltà di Ingegneria - UNIPA
VRRC / Cres- Monreale, Palermo
Due studi innovativi per la diagnostica non invasiva dell'opera d'arte

L’incontro è a cura della Prof.ssa Angiolina Lanza
Presidente dell’Associazione Italiana di Cultura Classica

INVITO
http://files.splinder.com/82926f23cc5a48ae536b2bb4604c0dba.pdf
-------------------------------------

Studi presentati a :
MULTI-QUALITY APPROACH TO CULTURAL HERITAGE - CNR, 14 e 15 novembre 2006
http://sij07.cnr.it/

selezionati per:
"Tecnologie della comunicazione culturale” - “Primavera Italiana in Giappone 2007”,
organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e dall’Ambasciata d’Italia a Tokyo.

abstract

http://sij07.cnr.it/pubblicazioni/poster/CosentinoP7.htm

http://sij07.cnr.it/pubblicazioni/poster/ScardeoniP29.htm

Presentati a:
Round Table : "RESTAURO VIRTUALE : workinprogress "
Focus: Nuove tecnologie per i beni culturali : studi, indagini, diagnostica,
laboratori .
ROMA - Sede CNR AULA II PENTAGONO, via dei Ramni 21
http://www.cnr.it/cnr/events/CnrEventi?IDn=1343

http://www.cnr.it/cnr/events

--------------------

Il Prof. Pietro Cosentino, ordinario di Geofisica del Dipartimeto CFTA dell'Università di Palermo, illustrerà le caratteristiche fondamentali della sua creazione : una strumentazione per registrare "l'impronta sonica" , ovvero la "firma" per l'dentificazione dei "Manufatti di pregio", descrivendone l’assoluta non-invasività e la capacità di contrassegnare il "bene" in modo "univoco e globale" : doti che dovrebbero aprire a grandi possibilità applicative in diversi ambiti inerenti la tutela dei Beni culturali.

Primo Premio Start Cup 2007
http://www.university.it/notizie/vedi_notizia.php?COD_NOTIZIA=30756
---------------
>> http://www.edscuola.com/archivio/interlinea/blending_science.pdf
http://www.nadiascardeoni.com
frrom Nuove tecnologie digitali per il Restauro di opere su carta, Edizioni Paideia, Firenze - Domenico Bennardi, Rocco Furferi.
Il Restauro Virtuale. Tra ideologia e metodologia -

"... dal "Restauro Elettronico" come lo aveva definito Vito Cappellini si è passati al concetto di "Restauro Virtuale", tra coloro i quali hanno avviato un dibattito serio e lontano dalle euforie "tecnicistiche" iniziali c'è Nadia Scardeoni, storica dell'arte e restauratrice che ha adoperato le tecniche del Restauro Virtuale per prima nel suo lavoro e sul piano didattico, finalizzando la tecnica del restauro elettronico sull'immagine digitalizzata allo studio critico dell'opera d'arte e alla critica del restauro, ideando un procedimento scientifico per una metodologia innovativa di diagnostica e storiografia per immagini, utile per la prefigurazione e la formulazione delle tesi di intervento, oggi materia fondamentale del Centro di ricerca del restauro virtuale VRRC , Monreale - Palermo (http://vrrc1.splinder.com) . Primo documento in rete in rete : http://www.edscuola.com/archivio/interlinea/sondan.html

A noi non resta che attingere dalla fonte emozionale che ci viene offerta, pregna di silenzi, interiorità, meditazione, serietà, spiritualità, quella che più si addice al nostro stato d’animo, quella che fa vibrare meglio e più intensamente le corde del nostro cuore e potremo sentire compiersi in noi e intorno a noi quella misteriosa “circolarità ermeneutica” che costituisce il vero scopo dell’opera d’arte. Difficile descrivere gli effetti. Soltanto una è, per quel che mi riguarda, sufficiente ad attribuire valore al lavoro di Nadia Scardeoni: la spinta a poetare. .. (Anna Pacifico)
VRRC
http://vrrc1.splinder.cpm
note
da http://vrrc.splinder.com/
ROMA - Sede CNR AULA II PENTAGONO, via dei Ramni 21

ROUND TABLE “RESTAURO VIRTUALE : workinprogress "
Nuove tecnologie per i beni culturali : studi, indagini, diagnostica, laboratori
19 settembre 2007 – ore 9,30 / 18,00
news/VRRC - http://vrrc1.splinder.com

 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Questo blog non è un essemmesse!